Seleziona una pagina

Marilyn Stal, al secolo Aurora Staltieri, diplomata in danza moderna, jazz e contemporanea all’accademia diretta da Fabio Gallo
A 19 anni giunge a Roma per frequentare l’università iscrivendosi a lettere. L’ambiente romano la mette a contatto con diverse realtà. Conosce Bruno Oliviero e ne diviene modella.

Posa per la rivista “Max”, e per la rivista “Reflex”, poi per Franco Saudelli e Giovanna Casotto. Lavora anche con Roberto Rocchi. Realizza diverse copertine tra cui per la rivista “Blue” edita da Coniglio Editore, unica volta in cui la copertina presenta una foto anziché un disegno a fumetto, poi con Saudelli e Baldazzini realizza “Bizzarreries”. Diviene cover girl della rivista “Femmine folli”.

La sua attività di modella la porta a interpretare la protagonista del libro di Luciano De Crescenzo “Il tempo e la felicità” edito dalla Mondadori Editore.

L’artista D. Piccolo la sceglie quale sua modella per dei lavori fotografici e video. Intanto è “Girl del mese di Dicembre” del Blog curato dall’autore tv Alessandro Coppi.

Per la rivista “Gossip”e “Vip party” di B. Fantauzzi realizza diversi numeri.

Oltra a lavoro di modella coltiva un interesse anche per la musica, difatti in questi anni diviene coordinatrice artistica della produzione musicale e discografica “Sarabanda” di Daniele Bove

In seguito approda al mondo della televisione e recita in “Turbo 2”, fiction realizzata da Rai2.

La recitazione entra a far parte della sua carriera artistica e sempre più spesso la vediamo impegnata in lavori anche cinematografici. Esordisce nel film “Cover Boy” di Carmine Amoroso, mentre in “La modella” di Amitrano è protagonista.

La sua esperienza e attenzione la portano a divenire direttore artistico (sezione indossatrici e fotomodelle) per l’istituto di moda e spettacolo “Callegari”.

Anche se impegnata col mondo dello spettacolo non disdegna di realizzare dei lavori artistici propri. Importante è una personale d’arte, incentrata sui sette peccati capitali, dal titolo “7 pekkati capitali” realizzata senza mai scadere nella volgarità ma affrontando il tema con estrema delicatezza.

Insieme al lavoro arrivano anche i primi premi. Protagonista in “The Real Life” di Roda, pellicola che le vale un premio al “Valva Fil Festival” e al “Pistoia Film Festival”. Viene, inoltre, premiata al Festival Internazionale RIFF come film fuori concorso. Per lo stesso lavoro riceve un premio al “Siff London” e alla 67° Mostra del Cinema di Venezia.

Desiderosa di mettersi in gioco si cimenta nel 2010 con un proprio lavoro, realizza un cortometraggio “Il Bambolo” di cui è regista e coprotagonista.

Nell’anno seguente è cooprotagonista in “Bu Bu Settete” di Merendoni, lavoro premiato al 4° Festival del Cinema Patologico e al MIAMI Festival.

Partecipa poi alla fiction “Tutti per Bruno” per Canale 5.

Nel 2012 intraprende l’attività imprenditoriale. Realizza e apre uno spazio dedicato agli spettacoli ispirati al cabaret degli anni 20, il “Flapper Cabaret”, che è un lounge bar ispirato ai ruggenti anni Venti. Ricorda i mitici club parigini quali “Le Chat Noir” e “Le Folies Bergere, un luogo in cui cullati da dolci melodie musicali anni trenta, fa ritornare alla mente l’immagine degli storici cabaret francesi e combina teatro, canzone, commedia, danza manifestazioni culturali mostre d’arte e di fotografia, promozione di artisti, proiezioni di cortometraggi e serate con musica dal vivo, spettacolo di varietà, swing e burlesque.

Nello stesso anno viene scelta per il libro “365 giorni di donna” con le foto di Sham Hinchey. Il libro realizza un calendario fotografico in cui ogni giorno una donna racconta una storia, la sua giornata particolare.

Per le sue doti e naturalezza viene scelta per una parte nel film “L’Italia ci appartiene” di Carlo Avventi (2012)

In seguito, sempre con Bruno Oliviero, realizza il calendario TGcom24 nel 2014, si consacra, così, al grande pubblico con il suo ruolo di bomba sexy italiana.

Grazie alla sua bellezza iconografica le viene riconosciuto un posto all’interno del libro “Sexy Appeal” di Bruno Oliviero dove sono presenti altre bellezze del panorama italiano.

Nel 2015 appare sulla copertina di “Lei ed Io. Ritratti a parole e immagini della femminilità” un lavoro di Lorenza Fruci con le foto di Nina Baratta in cui si narrano le storie di undici donne, una delle quali è Marilyn.

Compare come cover girl per la rivista “C Mag” di settembre 2016

La sua naturale comunicatività le vale una lunga partecipazione, realizza 40 puntate, del programma televisivo “Take Me Out” edizione 2016 condotto da Gabriele Corsi. Viene in seguito chiamata, quale icona dello show, anche per l’edizione di “Take Me Out” del 2017.

Per Rai2 partecipa a una puntata “Nemo”, e “Ah ah car” per Rai4

Viene chiamata a presentare il concorso “Il più bello d’Italia 2018”, uno dei più importanti concorsi di bellezza maschili e nonché anche “Ragazza protagonista 2018”.

Lavora quale modella per “Flewid Magazine” per la fotografia di A. Cricchi e partecipa alla trasmissione televisiva “L’appuntamento ideale” per Real Time.

Attualmente è impegnata con il programma televisivo “Prima dell’alba” condotto da Salvo Sottile sulle reti Rai